Velocizzare WordPress: da 31.2 secondi a 1.2 s in meno di un’ora

Per velocizzare WordPress non basta aggiungere un plugin di cache e un paio di altri plugin con le parole “fast” e “optimize” nel nome. Se vogliamo il massimo delle prestazioni per il nostro sito dobbiamo eseguire un lavoro a regola d’arte. Si inizia con un test su GTmetrix, eseguendo il test dal server più vicino al server che ospita il sito (nel nostro caso Londra) per capire quali sono i tempi di caricamento, la dimensione di pagina ed il numero di richieste. A questo punto si iniziano le varie operazioni per velocizzare WordPress, quindi iniziamo col rimuovere tutto quello che non è necessario. Ridurre la dimensione di pagina e di conseguenza il numero di risorse è essenziale. Anche ottimizzare le immagini è importante, in modo da ridurre il peso della pagina. Solo dopo aver eseguito correttamente tutte queste operazioni possiamo andare ad attivare un plugin di cache per velocizzare WordPress. A questo punto ci sarà di grande aiuto per dare un ultimo boost alle prestazioni del nostro sito web.